Pubblicata il 31/08/2020
Ti guardo muoverti,
frenetica creatura,
dall’aria così sicura.
mi commuove pensare,
a quando anch’io come te,
avevo energia da vendere.
sorridi ignaro di ogni soffrire,
innocenza e purezza,
è tutto ciò che in te sai custodire.
te ne prego,
oh tu che sei lassù,
veglia su di lui,
affinché possa in sé conservare,
questa sua voglia di vivere e di sognare.
anche nei periodi più bui,
fai che non si butti mai giù.
lo voglio così,
forte e coraggioso,
pronto a rialzarsi,
dopo ogni caduta.
ora ti bacio sulla fronte,
tra il mio cuore e il tuo ho costruito un ponte,
perché l’amore mio per te,
è assai grande e potente.
il tuo nonno e’ qui presente,
e lo sarà sempre.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)