Pubblicata il 31/08/2020
ho fatto una pippata da una pipa in puro palissandro del Perù portatami da un pastore protestante con un Piper privato prestatogli da un suo parente prossimo, un pollivendolo di Parigi particolarmente patito per la pizza ai porcini e pecorino e le patatine alla paprica passate nelle pentole Pirex.
praticamente passai tutto il primo pomeriggio spipacchiando e leggendo parti dei Promessi Sposi e, per questo, mi prese un tal torpore che sogniai una pantagruelica mangiata a base di: polipo del Peloponneso con peperoni pastellati, paccheri al pesce palla con prezzemolo e provola, pollo con porcini parmigiano e petali di papavero, polpa di pellicano con peoci e pomodori Pachino, popone al Porto, torta primavera con pistacchi e qualche bicchierino di Passito di Pantelleria.
per fortuna era un sogno altrimenti sarei scoppiato come una pallottola di una P38 e così, per pura reazione, mi precipitai in una palestra pubblica per rinforzare i pettorali e i polpacci con piegamenti, pedalate prove di sollevamento pesi ecc ecc...
palestrato al punto giusto, mi concessi una puntatina in un postribolo di periferia dove mi appartai con una peripatetica portoricana dalle poppe prosperose che soddisfò tutti i miei pensieri proibiti procurandomi parecchi piaceri...

... pace, pene e prosperità... ehm... bene..pardon...
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Porca Pu zzola, praticamente prostata ai tuoi piedi, perdipiù pazza pei tuoi pezzi, piango perle ai porci.

il 31/08/2020 alle 15:00