Pubblicata il 28/08/2020
Carissimi lettori ho fatto mio di guga il buon consiglio
e mi son messo a studiare il sito con gran piglio
ho ritrovato alcuni vecchi scrittori con piacere
come Sir Morris che da sempre fa bene il suo dovere

un saluto particolare all’ ancientdreams che dai suoi versi
intricati e sempre arcani non può più ormai a trattenersi
un inchino fino a terra a gabriela la gran vegliarda
che di tutti, o quasi, dice ben da big maliarda

dei nuovi autori che ho trovato di guga già sopra scrissi
con Eriot gran maestro la poesia sbuca dagli abissi
mentre il Pochini buon Vittorio e buontempone
tiene allegri tutti con le belle rime sue birbone

della splendida Genziana a bocca aperta son restato
ma vi giuro del giudizio mio di lei non sono accalappiato
da sua parvenza che pare venir dal lontan Rinascimento
è nel leggere i suoi versi che mi sprigiona il suo talento

c’è poi la ginni quant’è dolce quando scrive del suo gatto
ricordar voglio Sabyr del sito “anziana” dalla quale sono attratto
un curioso personaggio è l’ Alentini che da un po’ verga
impossibili poesie forse perché in mezzo alle bottiglie lui alberga

un saluto particolar al cantorom che conobbi già a suo tempo
dai suoi Canti siamo po’ oppressi spero che cambi nel frattempo
ma adesso o miei lettori attenti state perché su un poeta del mare
vi voglio intrattenere e forti emozioni in voi io voglio suscitare

questo poeta assai bizzarro e strano canta l’amor
con travolgente impasse stemperando tutto il dolor
che la passion dirompe sulle alme mentre all’intorno
la Storia avanza sulle genti e quasi mai della vita ne fa storno

comunque sia di una cosa io son rimasto un po’ perplesso
lui mischia sovente l’amor sacro col profano e va all’ eccesso
come ad esempio quando scrive in una lucida follia
che la sua donna dev’essere il pane e il vino dell’ eucaristia

cari lettori or qua mi fermo perché scesa è la notte immantinente
ci sentirem da buoni amici e mi congedo da voi...prudentemente
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

La citazione fatta su di un lavoro del poetadelmare riguarda la poesia dal titolo “Saziami”.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Gentilissimo dostoieschi ...con vero piacere ho letto la sua lettera "Carissimi lettori" e, lo ringrazio per il simpatico pensiero che mi ha regalato...sono la persona meno adatta a dar giudizi positivi o negativi sui poeti che occupano il sito ...qualcuno in funzione della mia cultura (zero) tempo fa mi disse "sarebbe bene che tu prima di parlare imparassi a tacere " ho messo in pratica questo consiglio per timore che mi cacciano via dal sito ma ...tengo a farle conoscere il mio pensiero sul "poeta del mare" da lei menzionato...i suoi scritti,le sue poesie ,le leggo con vero piacere e, se vengono pubblicate a iosa , non credo dipenda esclusivamente da lui...torno a ripetere che le leggo volentieri ...in esse ritrovo sentimenti validi sino a ieri...Lei mi dirà che il mondo è cambiato e bisogna sapersi adeguare ai tempi correnti...ma cambiare il pensiero di una 85enne non è cosa facile ...obbiettivamente la realtà di oggi mi piace poco o niente...le porgo rispettosamente un amichevole saluto Gabriela.

il 29/08/2020 alle 08:35

grazie Dostoieschi, lusingata ^^

il 29/08/2020 alle 09:50

sarebbe interessante capire da cosa altro potrebbe dipendere il numero delle poesie pubblicate se non la volontà personale. Che io sappia, la scelta di pubblicare ogni singola poesia è esclusivamente dell'autore e del suo (se ce l'ha) buon senso. Se ne appaiono venti/trenta al giorno senza nessuno stacco di spazio tra l'una e l'altra vuol dire che sono state immesse con la velocità di una stampante, ossia col copia e incolla. Nessuna partecipazione emotiva in chi le invia, quindi, difficile trovarla anche in chi le legge, considerato il numero eccessivo, a meno che non se ne legga con la dovuta attenzione qualcuna presa a caso tra le tante. Leggo altrove richiami al confronto civile, da parte dell'autore. Bene,un buon inizio sarebbe avere il buon senso di non puntare sulla quantità ma sul contenuto.

il 29/08/2020 alle 11:01

E quindi, doverosamente, Dostoevskij, ti ringrazio e ti saluto!

il 29/08/2020 alle 13:03

...Che vuoi, Dostoieschi, i Canti mi vengono così...quasi spontanei...vuol dire che cercherò di rimediare...

il 29/08/2020 alle 13:43

Che bella!...comunque, il poeta del mare ci ha detto addio...

il 30/08/2020 alle 10:28