Pubblicata il 04/08/2020
Mi attanaglia la malinconia
di un estate che pare finita,
il vento sferza foglie sulla via
la pioggia lesta tedia le mie dita.

La spiaggia ormai svuotata dai cugini,
che a breve perderann l’abbronzatura,
si riempiono di funghi i bei cestini,
l’autunno ormai circonda la natura.

Ma ecco vedo là un anticiclone,
nell’anima si accende una speranza,
la pioggia e il vento fanno ricreazione,
cugini in riva intonano una danza.

Son scampoli di cui si può godere
per poco il sole biondo ancor riscalda,
ma il vento soffia forte sulle vele,
la pioggia picchia i vetri assai spavalda.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (6 voti)

Piacevolissima lettura...

il 04/08/2020 alle 18:12