Pubblicata il 02/08/2020
tu scrivi con la penna di un colombo
e invece c’è chi scrive
sui biglietti di banca con il sangue
della povera gente

ma la poesia è un inno di battaglia
che nasce come un grido disperato
da tutti i figli della sofferenza
che non hanno una patria e un focolare,
non una pietra ove posar la testa.

v. Elefante
ore 12,40
lunedì 22/07/2020
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Di tutta la valanga di poesie che hai fatto rotolare sul Blog questa è, senza ombra di dubbio per me, la migliore! Bella l'idea, bello lo sviluppo dell'idea, bellissima la chiusa. ;-)

il 03/08/2020 alle 00:45