Pubblicata il 31/07/2020
tra poco suonerà l’ultima tromba
e più non sentiremo
il galoppo del Tempo nelle ossa.
e allora verrò a stringerti la mano,

tra scheletri di case, col segno dei Risorti.
potrà bruciare l’erba come paglia!...
io getterò il fucile per chiederti perdono,
camminando sui morti.
e tu mi ascolterai,
perché saremo uniti nella morte.
non sentiremo raffiche di spari,
la grandine che batte gli avamposti.

insieme ce ne andremo, tu ed io,
come nuvola, all’alba,
che scivoli tra i rami. Come un sogno.

tra poco suoneranno
le trombe del Signore.

anno 1995
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (4 voti)

stupenda...

il 01/08/2020 alle 11:05

"Come nuvola, all'alba, che scivoli tra i rami " .

il 01/08/2020 alle 13:57