Pubblicata il 23/07/2020
(vado a fare il solletico alla notte… così domani ci sveglieremo col sorriso)

lascia che ti sfiori il mento
con la mano che abbandona i tasti
in questo sabato pomeriggio
di luglio inoltrato.
delle volte può succedere che basti,
tesoro, quel che non è proprio un bacio.
chiudi gli occhi, sarà un viaggio vivere
la normalità: quella di lotte al solletico
e baci sulla porta, di mattine incazzate
e mani strette… finché c’è da stringere.

…e stringi, stringi finchè c’è respiro.
stringi forte amore,
ch’io non possa più fuggire.
perché si resta in un abbraccio,
nei più dolci legami fatti di dita e sudore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)