Pubblicata il 17/07/2020
quando cadrai dall'albero del tempo,
come una foglia al vento,
come una foglia ti calpesteranno:
di te si scorderanno.
l'albero non ricorda le sue foglie
e non germoglia mai la stessa foglia
sopra lo stesso ramo a primavera.

ed io, amore amaro,
ho raccolto una foglia di brughiera,
prima di calpestarla sul sentiero,
l'ho guardata in silenzio e le ho parlato,
come solo in silenzio sa parlare
il cuore di un poeta solitario.

poi l'ho lasciata andare,
tra le braccia del vento mi è volata,
ho avvertito il suo gemito nel vento.
forse era un singhiozzo soffocato..
o forse una preghiera.

. V. Elefante
ore 17,29
lunedì 02/01/2017
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Cazzo mi viene voglia di molestarti sul serio ma non a parole

il 19/07/2020 alle 14:35