Pubblicata il 12/07/2020
oltre i terrazzi
al tramonto
arrivo quasi a navigare
sulla riga in fondo
tra panni stesi
dove finisce il mare

e dalla sedia
mi spingo
a fatica
cercando altre vele
laggiù

come quelle voci che riconosco
dai balconi
a farmi compagnia

qui
di pomeriggio
al sole
in silenzio
ad ascoltare
le mie ossa
crogiolarsi stanche

fino a quando stasera
ricaricano un peso
a spalla
per tornare in stanza
soffitto grigio
di periferia

dove finisce a metri quadri
la vita
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)

Ma come scrivi e descrivi benissimo ogni infinitesimo particolare, amico Virgilio! Congratulazioni vivissime

il 18/07/2020 alle 00:08

mi sarebbe piaciuto fare lo scenografo, e dio solo sa quante volte ho riascoltato sergio leone su jou-tube, il grande papa del cinema, e il suo scenografo come anche il fotografo, il suo staff era imperiale , vedi la musica poi di morricone il maestro , insomma mi tocchi un tasto delicatissimo quello della scenografia, io amo nei dettagli analizzare la scena del racconto, ogni particolare, e ci sono composizione dove sono stato notti a riscrivere correggere, ma senza la mira di chissàchecosa, ho solo una voglia di farmi amare dal lettore, ecco la mira, e mai ho mirato ad interessi o pubblicazioni o concorsi, che vadano al diavolo questi bassi mestieranti e figuranti critici, sono quasi tutti di parte o cmq interessati a circondarsi della solita corte di cicisbei adulatori, io voglio essere solo un buon scrittore come giornalista delle mie emozioni, ai pochi lettori affido l'incarico di criticarmi quando e quanto dovuto, ma sempre nel buon senso che nessuno più possiede, che non vuol dire falso perbenismo, solo umile contributo al miglioramento della qualità, ma umile non vuol dire abbassarsi eh, anzi siamo elevati di vera umiltà in quanto il grande genio è stato sempre dotato di acumen come da cuoristà e umiltà d'imparare, ciao vir

il 18/07/2020 alle 13:48

aggiungo una cosa...qui più che al compositore, bisognava rivolgersi a chi diversamente abile non può accedere al...mare, ecco, ma non lo dico per voi lettori, lo ripeto solo a chi mette voti e scappa via, del resto non chiedo pietà per il poraccio in carrozzina, ma no dai, chiedo invece quella pietas d'un tempo antico che oggi sia i cattocomunisti che i parrokkiani di destra, vedi salvini col rosario in mano, non hanno mai più nemmeno nel sentore recepito, e ormai abbandonati gli handicappati siamo noi che ci trasciniamo da vecchi senza una assistenza degna, poi vai a capire come a taluni viene di classificare il racconto, perchè se ci sono errori, ditemelo, se c'è altro non venite a leggermi, statene lontani, e infatti riduco l'accesso ulteriormente a chi capisce solo la classifica, e basta...

il 18/07/2020 alle 13:56