Pubblicata il 12/07/2020
Ieri sono andato in un quartiere della città che non conoscevo, in alto. Una passeggiata in salita sotto un sole cocente, man mano che andavo l'aria si faceva più fresca, gli alberi più frondosi, i fiori più vivi, la strada più pulita. Tra i palazzi si aprivano scorci dai quali poter ammirare la città in tutta la sua bellezza, dai quartieri più alti a scendere verso la stazione ferroviaria e oltre fino ai paesi vicini.

alla fine della camminata si apriva un piazzale circondato da condominii, palazzi di cinque, sei piani avvolti dalla serenità e dall'aria pulita, fresca, siepi e verde ovunque, tutto diverso dallo schifo delle zone centrali dove la puzza è insopportabile e gli insetti fastidiosissimi. Non c'era nessuno tranne un uomo col cagnolino al guinzaglio, poi ecco apparire un altro uomo, anziano con la mascherina.

mi osserva e mi fa il cenno di un saluto. Abbassando la mascherina mi sorride: "Si ricorda di me?" "Veramente no" "Sono il conducente dell'autobus che prendeva sempre per andare a scuola la mattina, è da venticinque anni che sono in pensione e ho comprato casa proprio in questo palazzo al sesto piano, da lassù vedo un panorama eccezionale...e lei come sta? Come le sono andate le cose?" "Veramente è andato tutto male, famiglia, lavoro e salute, ma non mi lamento. I miei familiari sono scomparsi uno dopo l'altro, ma nella solitudine mi trovo bene" Il conducente non smetteva di sorridere, mi disse che da quassù era più facile essere felici, bastava osservare la natura e pensare al presente. Poi, l'uomo con il cane al guinzaglio si avvicinò e i due cominciarono a discutere amichevolmente, come si fa tra buoni vicini di casa.

di malavoglia, cominciai la mia discesa verso il basso, dove il caldo si faceva sentire sempre più opprimente e gli insetti avevano nello sguardo un pizzico di cattiveria e di ingordigia.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Un racconto affascinante, commevente, realistico, ben scritto! Molto bravo, Vincent!

il 12/07/2020 alle 12:07

Grazie Sir, molto gentile. Un saluto e una buona domenica.

il 12/07/2020 alle 15:05