Pubblicata il 30/06/2020
Le ruote sonnacchiose
di un treno troppo lento
mi portano, pian piano,
verso la libertà:
un brutto dormiveglia
che non ristora il corpo
sarà lavato via
da un'alba cilestrina
l'Estate, vecchia amica,
con mani assai graziose
spiega la sua bandiera
divina, sul balcone.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)

Io preferisco l inverno, ma la tua poesia è un elogio acuto all estate. Complimenti

il 04/07/2020 alle 04:16