Pubblicata il 28/06/2020
Dove sei ,anima zigana,
che vaghi per sterminati deserti,
per oceani in burrasca
per prati fioriti?
ti ho perso in un giorno infinito,
dentro una fossa
di nostalgie e rimpianti.
dove sei anima in pena,
che piangi senza lacrime,
rubate da un atroce destino,
feroce e assassino?
soffio vitale senza volume e peso,
si agita costante in giorno sgangherato.
slancio verso il cosmo proteso,
svela un uomo
dalla sua stessa stirpe vilipeso.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (6 voti)

Piacevole testo...

il 28/06/2020 alle 20:59