Pubblicata il 26/06/2020
Parsifal, o purissimo
eroe tra gli eroi,
quanti lividi ti infligge
la corazza tua lucente?
quando avanzi a cavallo
tra le case di un villaggio,
guarda bene quei villani:
hanno moglie e figlioletti,
e l'Amore, grazie a loro,
si riveste di materia.
viene fatto di pensare
che la purezza è loro
e che tu, fulgido eroe,
lungi dall'esser perfetto,
sei soltanto un solitario
che profuma assai di morte.
vendi subito la spada,
che sia fusa e maledetta,
per forgiare delle vanghe,
che saranno arnesi sporchi,
ma daranno grano e vita.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (6 voti)

Il Parsifal, il cavaliere ingenuo e onesto di re Artù, l'unico che riesce a vedere il santo Graal...bella poesia.

il 27/06/2020 alle 05:12