Pubblicata il 25/06/2020
ci sono novemilasettecentoottantaduemiliardi di libri
ed in uno di essi vi è la verità.
è stato scritto quando nessuno sospettava del problema
è stato letto da diecimila e pochi esseri umani.
qui c’è la risposta che ora tutti cercate (per chi ponesse la domanda, che sempre è minoranza).
tu non sei proprietario del tuo corpo
sei solo un inquilino:
così della tua casa e tutto il resto:
che mai mancasse la pecunia, e sì, che saresti fuori.
non più padrone di te stesso, cosa speri?
di aver libera scelta?
è questo affatto l’ultimo quesito:
di dove liberarsi senza sforzo.
non più d’antagonismo agguerrito
(cosi soltanto perdi nel ritrito)
ma farsi nubifragio di valori
tornando indietro oltre i propri errori:
adesso guarda bene, te lo dico:
se nasci preda mai sarai potente!
ribellati al più presto all’esistente:
e vivi, al modo della goccia e dell’istante
lasciandoti alle spalle anche il presente
che tanto è tutta gabbia, è tutto inganno
non più m’affamo nel cercare: vado,
e trovo ciò che c’è
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (5 voti)

Fortunatamente ancora non sono stati bruciati i pochi libri utili , piaciuto lo scritto

il 25/06/2020 alle 11:19