Pubblicata il 25/06/2020
Una sigaretta
un bicchiere di gin
ripetute
lacrime
miste a tabacco
polvere sul tavolo
in questa
infernale notte
ansimante,
ubriaca
come
il mio cuor spento..
.. per non soffrire
forse per non morire.
l'amore..
a volte
è come il fumo,
stordisce
mi rende schiavo
quando
meno me lo aspetto.

non voglio
soffrir di nuovo
ora che
la sera
si riaccende
calda,
infernale;
in questo
logorio di vissuto
l'immagine di te,
gli occhi attenti...
... guardarti
è più semplice
che pensarti;
odo l'eco
delle tue parole
nel buio
di un bar
ma questa volta
è diverso:
affacciai
il viso
dalla finestra:
il mio cuore
è ritornato,
ma
questa volta
è diverso;
tu e io
due cuori ubriachi
tra le lenzuola
amor e passione..
e allora
mi calmai,
tra mozziconi
e profumi di passioni..
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)