Pubblicata il 23/06/2020
Tinge di grigio ogni inerme
sospiro faticante, con
l’urlo nero dell’impronta
funesta di questo cantico.

assimila con destrezza
i suoi occhi trasecolati,
soffocandoli nella notte
in cui l’orchestra strillante
dirompe i suoi acuti taciti.

i suoi passi muti percorrono
strade svisate. Ed è subito
un crescendo il suo desiderio
verde, verso la creazione.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

...Mi pare la scenografia del Dio Creatore che mette alla prova il prodotto del proprio desiderio verde confondendogli le strade che dovrà percorrere...una trama perfetta che gli occhi dolci e melliflui del grande ingannatore, confondendo la prima Donna, soffocheranno nella notte i suoi silenziosi acuti...

il 23/06/2020 alle 14:39

Cantorom, mi sembra un'ottima interpretazione!

il 24/06/2020 alle 11:45