Pubblicata il 20/06/2020
Passerò ancora una volta
per quella via:
vetrine buie di un hotel
celano occasionali clienti.
sei sempre lì ad aspettare
un non so che.
a spiare l'avido mercante
in cerca di lauti bottini.
fingere di passar per caso
per quella via,
violentata dal fango.
distoglier lo sguardo,
scacciando il volto
accusatore.
illusione di costruir con te
un qualcosa che assomigli
a una amicizia.
ma mi allontano dalla via:
apoteosi di cupa malinconia.
e tu sei sempre li.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (4 voti)