Pubblicata il 25/05/2020
Era ancora troppo presto
per andare a dormire.
si trovava di fronte a un bivio
e fare una scelta
era diventata una cosa
quasi impossibile.
il quasi lo tormentava
da parecchio tempo
come un tarlo irriducibile
deciso a consumargli
quel suo stupido cervello.
sia di giorno che di notte
malgrado le apparenze
dentro di sé
non riusciva a nascondere
l'enorme disagio
che inesorabilmente
lo stava soverchiando.
non un attimo di pace
di riconciliazione interiore.
tutto sembrava finito
nell'oblio delle sue fissazioni.
andare a dormire
o combattere l'ennesima battaglia
tra gli oscuri meandri
della sua follia.
decise di farsi un goccio
poi un bicchiere dopo l'altro
fino a svuotare del tutto
la bottiglia di bourbon
che teneva stretta al suo fianco
come l'unica amica inseparabile
che si sarebbe potuto permettere
per il resto della sua vita.
ancora una volta
riuscì a respingere la necessità
di prendere una decisione
rimandando il suo desiderio
di ritrovate la libertà.
ubriaco fradicio
si lasciò cadere nel vuoto
di un sonno privo di sogni
con la velata speranza
di poter disporre ancora del tempo.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

piaciuta molto ciao!

il 25/05/2020 alle 12:37

Mi fa piacere, grazie Aldo.

il 26/05/2020 alle 21:30