Pubblicata il 20/05/2020
Cercavo d'esser libero
volando su cieli turchesi

l'ossigeno che inalo
mi rende schiavo
la dolcezza d'un odore
m'incatena stretto

forse la fine mi libererà
da questo brutto abbraccio
che ruota come un disco
sul suo perno implacabile.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Anche se il perno e' implacabile si potrebbe deteriorare e rompere, piaciuta Buonagiornata

il 21/05/2020 alle 08:44

Grazie gpaolocci, una buona serata e un saluto a te.

il 21/05/2020 alle 20:39

ciao caro ti faccio un'analisi...la prima strofa è spirituale, la seconda animica, la terza mentale. quella mentale è la più stupida, quella animica è la più sincera, quella spirituale la più utopistica...ma coesistono, e creano un'unità che ha un senso...bella.

il 21/05/2020 alle 22:08

Ottima analisi, grazie Vale, a volte mi vedo al centro, incastrato in un mondo assurdo che gira e gira...

il 22/05/2020 alle 07:38