Pubblicata il 16/05/2020
Ho sentito coltellate al petto
ho sentito uno sparo improvviso
ho sentito un lento crepacuore,
io non c'ero ma ho pianto
prima,sotto nuvole nere
il sole era freddo
l'incubo un solletico
gli occhi sbarrati,
la fortuna è una morte
che protegge il dolore.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (6 voti)

Bellissime le ultime due righe, molto ermetiche, sibilline... in parte penetrabili con uno sforzo intuitivo abnorme... mi fai allenare bravo bravo

il 18/05/2020 alle 22:10

Grazie per l'apprezzamento,ciao Vale

il 20/05/2020 alle 19:37