Pubblicata il 08/03/2003
Ridatemi Amapola,
due accordi di chitarra
e fisarmonica,
rosa nera di tango
e voce,
penombra roca
e polvere
di vecchi dischi,
fruscio
di abiti e garofani
all'occhiello.
Se solo
chiudo gli occhi
ti vedo ballare,
quelle gambe
lunghe,
avvolte dal segreto
della notte
e come la notte,
lieve,
passi e sparisci
con quattro capriole
sulle nuvole
appena si fa giorno.
" Amapola
lindisima Amapola
serà siempre mi alma
tuya sola... "
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

wow echi di voci latine nel finale....
bella poesia.....ma dimmi chi è Amapola?:-)
mary

il 08/03/2003 alle 09:42

Amapola... Amapola è il titolo di uno struggente tango-milonga ed è anche una storia d'amore breve come il soffio di una notte... Grazie Mary per il bel commento. Un carissimo saluto. Michele

il 08/03/2003 alle 18:14

Amapola..eì l'amore..il mistero..il sorriso di notti al chiaro luna..acccordi appassionati di chitarra..che ti s'avvolgono nel cuore,,stringendolo di nostalgia....Ciao Grande amico un besitosssssss..Luna

il 10/03/2003 alle 16:27

E' verissimo! Amapola è tutto ciò che hai scritto tu, ma è anche il fascino di una musica capace come poche di far volare la fantasia... grazie per il bellissimo commento. Un bacione.
Michele

il 10/03/2003 alle 17:58