Pubblicata il 13/05/2020
Ciao , Dottore
forse adesso vorresti sapere come sto?
ti dico che sto sicuramente male
e vorresti sapere da quanti anni mi son scivolato nella voragine ,no?
sono già tanti anni che mi son lasciato prendere da questo sbandamento morale

ti sei incuriosito di sapere la mia storia
ma è la triste storia di un vigliacco tossicodipendente
che si è trasformata da un'impresa gloriosa in una vergogna già notoria
e mi sono meritato alla fine il disprezzo della gente

da giovane , mi aspettava un futuro brillante
e appena mi sono laureato ,stavo lavorando come un avvocato
ma tutto si è trasformato in un'esperienza dolorante
sin da quando sono diventato un osceno drogato

in un giorno maledetto , ho conosciuto delle compagnie sbagliate
un amico mi ha detto di provare uno sniffo di Cocaina
l'ho provato solo per curiosità e da questo momento la serenità e la grazia mi sono calate
e la mia vita sta in degenerazione giorno dopo giorno come se fosse un sole che all'orizzonte declina

e così sono caduto nell'abisso della tossicodipendenza
ed ho provato tutte le sostanze stupefacenti che alla fine mi hanno fatto subire una cronica depressione
dicendo in tal modo addio alla mia innocenza
senza la quale sono diventato un rapace falcone

ho cercato tante volte di smettere di usare droga
e purtroppo non ci sono riuscito perché mi tiene come un prigioniero che non si libera mai
indossando il vestito del criminale dopo essermi tolto la toga
a cui ho rinunciato subendo così le conseguenze dei miei guai

son diventato una persona fragile la quale ha venduto tutto quello che ha per drogarsi
È come se io mi stessi rassegnando a questa pesante sconfitta psicologica
ed ho perso così la mia strada toccando il fondo come se fossi una pupazzo nelle mani della tossicodipendenza il quale non fa altro che accecarsi
oltrepassando tutti i limiti della buona logica

un giorno avevo un bisogno incessante di prendere una tirata
e per comprarmi la Cocaina , non avevo i soldi
perciò ho pensato di rubarli da una mia ricca vicina che mi ha resistito costringendomi ad averla accoltellata
e mi son trasformato così in uno dei manigoldi

di questo reato la polizia mi ha arrestato in flagranza
e sono stato condannato all'ergastolo ostativo
dopo aver tradito così i dettami della vera vicinanza
e nel carcere sono morto dentro mentre ancora vivo

È la storia di un drogato che ha pagato il prezzo caro del suo traviamento
dopo essere stato una minaccia alla sociale sicurezza
e della mia persa età e della mia malasorte nemmeno non mi lamento
perché sono stato l'artefice della mia colpevolezza

e così la tossicodipendenza è diventata l'incubo che ha trasformato la mia vita in una sofferenza vera
perché mi sono lasciato a provare la Cocaina che è una trappola inevitabile
da cui non ho potuto mai scappare e in cui mi sono trattenuto su una base giornaliera
ed adesso vedo il mondo crollare nei miei occhi che per me è solo un inferno insopportabile

perciò consiglio tutti di non avvicinarsi a questo spietato mostro
e di non provarci proprio per fare una vita serena
perché con la mia rovina ed il mio tormento chiaramente dimostro
che la salute , il benessere e la libertà personale sicuramente valgono la pena
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

La tossicodipendenza è un cancro che lacera la sicurezza sociale: È la storia di un avvocato che si è trasformato in un criminale dopo essersi scivolato nella voragine della droga . Il criminale narra la sua storia allo psicologo del carcere

il 13/05/2020 alle 14:45

Ho passato qualche anno della mia vita professionale a contatto stretto con la tossico-dipendenza: ne ho sentite di cotte e di crude a scusanti di questa dannazione e quasi sempre era colpa di qualcun altro: la società, i genitori, la mancanza di un lavoro soddisfacente, ecc. ecc. Qui, se il testo che ho letto descrive la realtà, bisogna dar atto all'Autore che non cerca scappatoie o divagazioni per le sue scelte sbagliate: sono sue, le ha scontate o le sta scontando e, soprattutto non incolpa nessuno se non se stesso. Questo me lo rende particolarmente caro, a prescindere dalla valenza poetica dei suoi testi.

il 13/05/2020 alle 18:16

Ti ringrazio, guga per il tuo apprezzatissimo commento che condivido pienamente....... Ti saluto augurandoti una buona serata.....

il 13/05/2020 alle 19:46

Hossam mi sei simpatico ma per me stai degenerando nella più totale banalità, poi la morale finale per piacere

il 13/05/2020 alle 23:48

Se secondo te, vale io stessi degenerando nella più totale banalità, dovresti suggerirmi serie cose di cui parlare e che devo trattare nei miei testi perché ho cercato di dar voce a chi in tanti casi si vergogna di parlare di sé stesso e di narrare la propria storia...... Comunque ti ringrazio per la tua critica che mi piace molto per poter scrivere meglio...... Ti saluto augurandoti una buona giornata......

il 14/05/2020 alle 10:31

Carossimo la tua storia per aver un senso poetico devi trattarla diversamente...se la spiattelli così non è poesia, è un bel sfogo, io sarei anche daccordo con te, ma se vuoi praticare l'arte devi intermezzare il tuo pensiero con qualcosa di straordinario. E la tua storia non ha nulla di straordinario, è piatta, è una cronaca, e qiesto non è un sito giornalistico, ma credo sia un sito di poesia...

il 14/05/2020 alle 16:09

Anche se abbiamo diversi punti di vista riguardante il mio testo, io rispetto moltissimo il tuo parere...... Ti saluto augurandoti una buona giornata.....

il 14/05/2020 alle 16:29

Vero o falso ...prosa o poesia ...il testo è veramente toccante e mi dispero per quelle mamme in cui i figli ha scelto questa via convinti di risolvere molti dei propri problemi...

il 24/05/2020 alle 17:44

in cui i figli hanno scelto questa via...

il 25/05/2020 alle 09:37

Ti ringrazio, Gabriela per il tuo commento molto apprezzato che condivido pienamente...... Ti saluto augurandoti una buona giornata

il 25/05/2020 alle 11:52