Pubblicata il 08/05/2020
senza querce
^^^^^^^^^^

ho rubato al tramonto il mio salto nel buio.
del buio che si arrampica sui tronchi delle conifere
a cercare una fine.

coi ferri alle caviglie a trascinare incudini
la notte si sveglia nel tempo del torpore
della città fantasma.

piogge di parole mute piovono da un cielo
analfabeta. Il cuore è un ammasso gigante
di gufi e pipistrelli.

ma il tempo infinito oltre il quale non c'è tempo
lontano dai punti cardinali delle foglie
è un bosco senza querce.

(guga 2013)
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

He sì è vero il cielo a volte è proprio analfabeta! :-)

il 08/05/2020 alle 05:04

Questa è pura Poesia. Sei un autore che andrebbe persino studiato per arricchire e migliorare se stessi. Mia modesta opinione, ovviamente...

il 08/05/2020 alle 08:41

@Malalunaa - ;-) Grazie!

il 08/05/2020 alle 08:45

@Ravachol - Gli apprezzamenti inorgogliscono, non c'è niente da fare!... Ma credo che tu abbia bonariamente esagerato! ;-) Comunque… un milione di "Grazie!"

il 08/05/2020 alle 08:47

Caro Guido avresti potuto far meglio eliminando quelle " piogge", affidando le parole a piovono. Ciao.

il 08/05/2020 alle 09:28

@mitri - in 7 anni non mi sono accorto di questa "cacofonia" poetica che tu invece hai subito sottolineato! Si potrebbe correggere il verso sostituendo "piovono" con "cadono" senza modificare per niente il significato del testo. ("... piogge di parole mute cadono dal cielo…") Bravo! ;-)

il 08/05/2020 alle 12:39

E' sempre un piacere leggerti, complimenti!

il 08/05/2020 alle 18:00

Sì, è vero, la poesia ce l'hai nel sangue...ti immagino bambino prodigio a comporre versi.

il 09/05/2020 alle 08:44