Pubblicata il 20/04/2020
Scendono coriandoli
quanti colori ora ha il cielo
non superano la luce
quando illumina un bambino

non sono mai stato attratto
da balestre cariche di pensieri
come laghi vuoti d'anima
le note sono senza vapore

cerco tra i cespugli un fiore
piena la voglia di ritrovarmi
una primavera non svanisce
possedendo la magia del non avere

sussurri nel vento
familiarità nella tua voce
ma non conosce i timpani
e mi acquieto sulla collina

siediti qui, vicino a me
sotto quest'albero
e la mela aspettiamo
ci colga impreparati

lasciamo che il mare laggiù
rifletta sui nostri passati
e quel surf sulle acque
segni la strada del ritorno

una frecciatina
un arco di tempo
quale ti amo colpirà
il centro del nostro futuro?
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (6 voti)

Bella, ha il sapore della libertà...

il 20/04/2020 alle 17:31

È quello che volevo trasmettere, catene che si allentano :) Grazie

il 20/04/2020 alle 18:59