Pubblicata il 16/04/2020
oggi non fa testo
il sole
se d'uno sguardo
metti nuvole
al balcone

è d'un tempo strano
quello che marzo ci racconta
a potare d'ulivo
nuovi versi
o sulla vigna curvo all'arte
di metafore e innesti

come virgole d'umore
accarezzando le prataiole
o nel giardino di musa
coltivando rima d'aiole

ecco sui campi in riga di metrica
spuntare al canto d'allodola
l'alba di semina

sedendo il vecchio
a confine dello steccato

fisso alla pipa
sul dettato
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Complimenti, veramente bella!

il 16/04/2020 alle 12:08

grazie Vittorio !!!

il 17/04/2020 alle 13:10

Raccontato,come sempre magistralmente,quello che marzo ci regala e che si faceva.Un anno fa,il marzo passato....

il 17/04/2020 alle 17:17

certo che il tuo sottolineare, cara Luce, la differenza d'un marzo vissuto da poco in regime di detenzione, con quello che avevo in mente quando l'ho scritta anni fa, è molto giusto , lo dico seriamente , e quindi ti dà in automatico il diritto di passare in fascia superiore...quindi d'ora in avanti sarai Luce3 … :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

il 17/04/2020 alle 23:11