Pubblicata il 15/03/2020
Relegato in casa come tutti ho rivisto il film del 2013 in tv...
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

la luce dell’ Alba è invidiosa
di quell’amore …

vai prima che ti scoprano
qui con me
fuggi così potrai ritornare
a parlarmi dell’ amore
per morire con te dolcemente
avanti all’ eternità...

tu sei l’essenza che scalda
il mio cuore
io adoro gli attimi
che mi separano da te
perché mi esploderanno poi
nell’ anima…

gli dèi fermarono il novizio
modificando maledetti il fato
cosicché la vecchia Atropo
con le lucide cesoie
recise il filo della Vita
prima di lui
e poi di lei…

e la luce dell’ Alba invidiosa
così ebbe la propria vendetta…
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Non ho visto il film, ma si conosce la storia. Bravo. Ciao.

il 16/03/2020 alle 11:25

Anche se datato, è un film che conserva il suo fascino perché l'amore è eterno, così pure tutto ciò che lo circonda e lo celebra. Quello di Romeo e Giulietta ispira in modo particolare, la pienezza di un amore che trova il suo epilogo in modo tanto passionale quanto drammatico non conosce tempo. È quel tipo di sentimento asdoluto davanti al quale tutto il resto si annulla e non esiste nessun'altra alternativa: amarsi o morire. In ogni caso, si raggiunge un culmine da cui non si può più tornare indietro. Grazie Cantorom di averci donato, attraverso i tuoi versi, le stesse sensazioni che avremmo avuto nel riguardare anche noi la loro celeberrima storia d'amore.

il 20/03/2020 alle 14:06