Pubblicata il 19/02/2020
Nella solitudine della tua complessità
tu te ne stai
leggiadra
a condividere la stessa bellezza e sofferenza
di una pianta secca
di un cane che piange
di un cielo nuvoloso
di una foglia leggera trasportata dal vento.
tu vedi dovunque, nella natura, un po' di te.
tu
sei difficile da capire solo da chi ha un cuore diverso dal tuo
in realtà per te è semplice
starti accanto.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)

Mi sono ritrovata in questo tuo profondo e sensibile testo....mi ha commosso .

il 19/02/2020 alle 18:46

Molto bella. Bellezza e sofferenza contraddistinguono le anime piu' sensibili.

il 19/02/2020 alle 19:58

Ne sono felice, Gabriela.

il 19/02/2020 alle 21:54

Grazie Genziana.

il 19/02/2020 alle 21:55

Come riesci a vedere BELLEZZA in una pianta secca, in un cane che piange e in un cielo che minaccia pioggia? Ci posso leggere la sofferenza, giustamente… Complessivamente la trovo un po'confusa. ;-)

il 20/02/2020 alle 01:23

La bellezza che tu vedi e' nella rinascita difficile da vedere in un mondo appiattito,un saluto

il 20/02/2020 alle 11:54

Forse ci sono situazioni o stati d'animo in cui la bellezza non e' quella che siamo abituati a vedere. La sofferenza rende soli e, per questo, anche piu'forti. La vera bellezza affonda le radici nella sofferenza, perche'solo dopo aver toccato il fondo si apprezza la luce.

il 20/02/2020 alle 12:11

Grazie guga, gpaolocci, Genziana. È facile vedere la bellezza in un giorno di sole, un po' più complicato il contrario. Un saluto

il 15/03/2020 alle 10:56