Pubblicata il 13/02/2020
E io , che credevo fosse ancora tutto possibile
io che la speranza non l'ho mai abbandonata
io che ho sempre creduto nell'amore
ora mi sorgono dubbi
dubbi che la notte mi tengono sveglia
non mi fanno dormire , sempre lì nella mia mente
un'altra volta ancora mi sento dire
"ma se tu non stai mai bene"!
"sarà vero"?
certo è colpa mia !
quante volte ti ho chiesto scusa per non stare bene , ma poi scusa di cosa ?
io che desidero avere ali per volare
io che vorrei essere in ogni luogo per poter vedere il più possibile
io che la mia casa mi sta stretta
tu hai sempre saputo tutto questo
era un modo per farti capire ciò che sono i miei desideri
e io che credevo tu avessi un pensiero speciale per me
io che pensavo tu mi volessi rendere felice
a questo punto non so più a cosa credere
non so più se credere ad un futuro insieme
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

Quando l'insoddisfazione prende possesso dei pensieri è giunta l'ora di aprir la porta e.. sparire . Entrare in contatto con una realtà diversa ,forse farebbe apprezzare e rimpiangere ,ciò che ieri ti faceva annoiare d'inedia....

il 13/02/2020 alle 17:42

Condivido il saggio pensiero di Gabriela, è un'ottima via d'uscita! Auguri

il 14/02/2020 alle 10:28

Grazie per i vostri commenti , è sempre un piacere

il 20/02/2020 alle 08:58