Pubblicata il 12/02/2020
Quanta tristezza libera il vento in me
si mescola nelle immagini del mondo
lasciando distorsioni che incontrano occhi inconsapevoli
nel tempo che tace perché non c’è

quando tristi, si ha le mani nel vento
non sa dove ti porta
oscura la luce dello spirito
nella morte apparente che cresce in te
.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.
se la luce del giorno
che si apre all’immenso
non scende nell’anima a Illuminare le menti
i cuori che si amano
si spegneranno.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)

Per essere "poesia" è completamente priva di ritmo né la nobilitano qualche rima tronca qua e là… La strofa di mezzo, con un errore di sintassi, risulta incomprensibile e slegato dal resto. Credo si possa fare meglio, con un po' di sana autocritica.

il 13/02/2020 alle 01:05

Si penso tu abbia ragione specialmente quando questa ti contenta. Grazie!

il 14/02/2020 alle 23:48

E' un Forum di poeti (o presunti tali…): non mi aspetto di trovarci degli errori di sintassi. Mi accontenterei di questo: sono di palato buono! Ciao!

il 15/02/2020 alle 17:46

Credo che, a volte, si pecchi di presunzione.

il 15/02/2020 alle 20:45