Pubblicata il 12/02/2020
Vita, dove vai cosi veloce?
fermati un attimo…
aspetta.

Sei frenetica nel tuo incedere
e il respiro affannoso…
tormenta.

Ma perché non rallenti il passo?
che inesorabilmente…
consuma.

Ah vita, vita, vita,
cosi bella, così veloce…
feroce.

Basta non ti seguo più
seduto sulla panchina intanto…
ascolto

una musica umile
viene da un mendicante…
stordisce

e sorprendendo regala
per pochi istanti...
stupore.
  • Attualmente 3.28571/5 meriti.
3,3/5 meriti (7 voti)

Davvero molto bella! è la vita che cammina , veloce, frenetica ,non da mai tempo di pensare.

il 12/02/2020 alle 14:40

Molto bella, Aug. Forse sei passato (o magari tornato, non so) a una espressione più sciolta. Mi sembra quasi ti lasci più libertà di pensiero.

il 12/02/2020 alle 17:43

Possiede forza fino a "feroce". Poi, l'energia comincia a indebolirsi fino alla fine.

il 13/02/2020 alle 08:47

Ringrazio gli autori per i commenti; Vincent è una poesia scritta qualche anno fa che ho rivisitato ultimamente, se ti fa piacere ti mando la versione primaria così mi dai un giudizio nel merito.

il 13/02/2020 alle 09:23

Con piacere...anche se il mio sarà sempre un giudizio da dilettante.

il 13/02/2020 alle 09:53

Noi mendicanti di giorni consegniamo la nostra anima al mendicate vero. L'indebolirsi fotografa perfettamente questo passaggio. Bravo.

il 13/02/2020 alle 10:30

La versione originale è molto più convincente, specialmente la chiusa. Il mendicante è un elemento di debolezza.

il 13/02/2020 alle 11:33