Pubblicata il 12/02/2020
Il fiume dell’oggi
respira la nebbia

imprigionato
fra le sponde,
cammina lento
senza chiedere nulla
al cielo del suo domani.
  • Attualmente 3.875/5 meriti.
3,9/5 meriti (8 voti)

Molto bella

il 12/02/2020 alle 08:47

che sarà quello di scivolare nelle braccia del suo mare....piacevole lettura.

il 12/02/2020 alle 10:46

il mio fiume chiede comprensione, poesie, favole da poter raccontare ai miei nipoti , ma come me, credo tutti gli uomini. Conosco questa propensione al pessimismo che ha molto spazio nella mia poetica.

il 12/02/2020 alle 13:51

Grazie Genziana e Gabriela

il 12/02/2020 alle 14:24

Caro Mitri, lungi da me voler comunicare pessimismo con i miei scritti. Il fiume (la vita) scorre verso il domani senza farsi domande alle quali non c'è risposta.

il 12/02/2020 alle 14:27

Cara Lara, le nostre vite fuori o dentro alla metafora sono questuanti indefessi. Solo l'acqua del fiume non chiede: scorre .

il 12/02/2020 alle 14:42