Pubblicata il 11/02/2020
Esperimento poetico - 21 autori partecipanti - incipit di ©Raffreefly

quando

con un fil di voce

mi sussurri

che non sarà domani
il giorno
in cui mietere il grano

vorrei questi attimi fossero infiniti
marchiati a fuoco dentro al nostro cuore

e poi cos'è un cuore senza un po' di sale?
solo sangue nella notte

i tuoi pensieri bizzarri
in cui non vedi più luce
che ti stanno soffocando

sulle mie labbra
il tuo sapore
il tuo ardore

come palloncini
farciti di Sole
voliamo
nelle segrete isole
delle nostre
intime
solitudini
diventiamo
molto più
di una semplice
somma

sottraiamo il Mondo
per rimanere
noi stessi

una scarica fulminea
percorre tutta la mia Dorsale
adrenalina, dopamina e serotonina
si fondono.
quel sussurro diventa
spirito
puro Spirito d'Amore
ed'io ne voglio ancora
ti ascolto
anche se non capisco bene
perché la somma di due solitudini
non sia un doppio zero
e di infinite solitudini

non un vuoto infinito

ma

il respiro infinito di Noi
dove l'Essenza
si fa Presenza.

quando
con un fil di voce
mi sussurri
sento
tiepidi frulli
azzurri d'estate

il sole
il sole.
sembra di toccarlo.

una sinfonia
di parole e note.
quando
con i baci accedi
alla parte più intima
del mio cuore.
quando piangi
e quando gridi
le tue parole intense,
mi entrano dentro come
spari
nella notte.

quando
con un fil di voce
mi sussurri
il mondo tace
e la tua voce
È eco nel mio cuore

mormorii
di quel tempo
di poesia
che passava lento
sui nostri pensieri
agitando appena
lo scorrere dei giorni.

quando accarezzo
le tue labbra di fuoco
portale del mio paradiso

bisbiglio vibrante

ogni mia corazza

abbatti

siamo tempesta, amore
il diluvio che monda
nella notte originaria
che feconda la terra
che purifica l'aria

il mondo finalmente tace
così il tutto prende fiato
nelle note di un bacio, stonato.

la notte si riempie di stelle
l' estasi prende il sopravvento
ogni cosa scompare
dietro la luce di un sorriso
mano nella mano nel desiderio
siamo io e te
soli nel paradiso terrestre
nel profumo di mimosa
che profuma l'aria d'amore
a due passi dal sole.

l'anima
canta emozioni
arcobaleno.

e sento l'aria di primavera
riempire i miei deboli polmoni,
libero la mia gioia
rondini che tornano
dal lungo inverno
al loro rifugio.
il mio angolo
di cura.
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)

sembra scritta da una sola persona, bellissime ed intense immagini

il 11/02/2020 alle 08:41

Nella tua profonda estesi mi sono persa vivendo gli attimo descritto.... ho cosi riscoperto che.... realmente esiste il paradiso..... bellissimo testo.

il 11/02/2020 alle 09:07

Esperimento , credo riuscito, per il ritmo , ma credo che abbia bisogno di riflessioni e cure. Sicuramente di note perché non diventi un piacevole quiz.

il 11/02/2020 alle 10:11

Molto bella, si tocca con mano l'impegno di ognuno nel voler diventare unica voce pur mantenendo il proprio stile. Sarebbe bello provare a farlo anche qui. Particolarmente belli alcuni tratti, un po' piu'incisivi di altri. Nel complesso, un bel lavoro.

il 11/02/2020 alle 13:33

Si, non ho voluto esagerare con le rifiniture, volevo lasciare trasparire il sentire di ognuno e la forma stilistica differente. Dovessi pubblicarlo, ovviamente sarebbe da rivedere un pochino più in profondità, ma, per lo scopo ludico che aveva, posso ritenermi soddisfatta, così come lo sono gli autori che hanno voluto partecipare. Farlo qui, potrebbe essere interessante. Sull'altro sito sono presente da oltre 10 anni, mi sento completamente a mio agio... Qui devo ancora prendere dimestichezza con il "mezzo" :)))

il 11/02/2020 alle 16:14

...Carissima Raffreefly, non mi hai chiesto di partecipare...Omnia mea mecum porto...

il 11/02/2020 alle 17:57