Pubblicata il 05/02/2020
Come brezza leggera
nell’ultimo giorno d’Estate
che delimita il confine
che segna il passaggio.

come pioggia sottile
sull’ombelico dell’Autunno
di un frutto ancora fiore
d’una meta senza strada.

come freddo pungente
dal camino spento dell’Inverno
tra lenti pomeriggi stanchi
tra rami troppo magri e tristi.

come fiore sorridente
nell’azzurro cielo di Primavera
per cuori ancora indaffarati
per pagine scritte a matita.

caleidoscopio di pensieri
parcheggiati in doppia fila
tra le righe del giorno
nei pressi di un incrocio senza semaforo.
  • Attualmente 3.83333/5 meriti.
3,8/5 meriti (6 voti)

Intensa e vera. Complimenti

il 06/02/2020 alle 04:56

Grazie mille

il 10/02/2020 alle 08:38