Pubblicata il 12/01/2020
solido E terrestre
^^^^^^^^^^^^^^

nei calici del mattino il vino dell'aurora
e la gabbia di raggi che filtrano dalle chiome.

la magia della notte si è smarrita
nelle gole d'argento degli uccelli,
la carne tenera dell'alba si profuma
nel verdeoro balbettio delle foglie.

ti senti colpevole d'indebita presenza
in tanta vigilante malia senza peccato:
t'assale un'inquietudine di astinenza.

il sole si fa nido
prima che ardano le consuete discordie.

gli dèi si sono chiusi nell silenzio
a impacchettare i futuri timori,
nascosti nei mantelli impenetrabili
della canuta avarizia.

(guga
2012 novembre)
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Molto bella, complimenti.

il 12/01/2020 alle 18:38

A mio avviso, una delle più belle apparse negli ultimi mesi sul sito...

il 12/01/2020 alle 20:24