Pubblicata il 14/12/2019
E come il vento che non mette radici,
solo il volar delle foglie sento mio.
nulla mi appartiene, se non le braccia
che attendono sempre, che torni il sereno.

e come la più bella frase di un libro,
quella che sottolineo a matita, sento mia.
nulla mi appartiene, se non le braccia
che portano il peso di parole non dette.

nulla mi appartiene,
se non questa tempesta di sabbia.
e di un albero, la corteccia...
ed un coltello acuminato, per scrivere ancora.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)

Scrivere é il nostro dono, aiuta il cuore

il 15/12/2019 alle 05:35