Pubblicata il 03/12/2019
Cammino per questa,
città d'asfalto,
tra i gas di scarico,
e i lamenti delle ambulanze,
cammino solitario fra le vie,
facce sconosciute
mi passano accanto,
ogni faccia una raccolta
di storie,impregnate
di gioia e dolore.

mi passano accanto,
svoltando in qualche vicolo
perduto e svaniscono
inghiottite dalla routine,
giornaliera.

la routine giornaliera,
di una città d'asfalto
imprigionata dal grigiore,
freddo dell'indifferenza,
e dell’incomprensione.

cammino solitario,
tutto intorno,
le lacrime danzano
con le spine che,
l'hanno generate.

danzano come danza,
vorticoso
il ricordo del tuo viso
ora lontano,
ora in qualche posto
sconosciuto,
un luogo, una via,
una casa, lontani.

ogni cosa, ogni persona,
vestono la tua essenza,
profumano di petali di rosa,
il profumo della tua pelle,
e il tuo sorriso,
si specchia come un miraggio
nel vuoto della mia anima,
in crisi.

in crisi d'astinenza,
mentre cammino,
cammino,
in questa città d'asfalto.

torno a casa e l'incubo
della realtà si dipana
di fronte a me,
si dipana di fronte a me:

mia Madre lentamente,
inesorabilmente,
è stata mutata,
da un male oscuro,
nell'ombra di sé stessa,
un'ombra bambina,
un'ombra timorosa.

non conosce il nome
delle cose,
non ha più ricordi,
non ha più date,
da memorizzare.

ha creato il suo
vocabolario personale,
che solo lei,
chiusa nel suo mondo,
può decifrare.

come vetro si può spezzare,
involontariamente,
come vetro si può frantumare.

presto, entrerò da quella porta,
la porta che porta,
ai dolci e al pane,
e finalmente ti rivedrò,
e finalmente ti ritroverò.

questo rende sopportabile
l'inferno,
il tuo miracolo che si compie,
di fronte a me,
in una città d'asfalto,
tra i gas di scarico,
e i lamenti delle ambulanze,
dove le lacrime danzano
con le spine che,
l'hanno generate.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (6 voti)

ci sono alcune situazioni che mettono in crisi e in queste circostanze bisogna fare il possibile di uscirne fuori e solo tu puoi fare il miracolo nella città d'asfalto come tu la descrivi .

il 04/12/2019 alle 23:26