Pubblicata il 29/11/2019
Al terzo giro di chiave ( il silenzio della Notte )

scarabocchiava una nube d'inchiostro
sopra il seno lattiginoso della luna
un idioma incomprensibile murato nel vetro
non partoriva la parola
restava nel senso astrusa, ne' si traduceva
derelitta in
attesanonattesa

al terzo giro di chiave la notte si richiudeva
azzannata ai polpacci dall' aurora che tutta gonfia, nuda e rosata
aveva il volto di polline d'ape e zampe
di ragno australe
e così avvelenata la Nera Regina non poteva più parlare.

malalunaa
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (8 voti)