Mix
Pubblicata il 21/11/2019
Sono effimera,
come il trascorrere del tempo,
antica come lui e sento
di avergli viaggiato a fianco da sempre,
che dentro di me riposi intero
l’universo, assopito nell'oblio
l’istante violento in cui sono nata.

camminando fra secoli di giorni
vengo inondata da eventi
e sentimenti si tuffano dentro al cuore
da centinaia di metri di cielo.

dall'inferno al paradiso
dal fuoco all'acqua sono passata
senza fermarmi, e ancora adesso mi scotto
e vi annego, chiedendomi che cosa
ho imparato e da dove vengano
queste parole:

la chiamo poesia,
un ponte a metà
tra l’ignoto e la realtà
di questa vita mia.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

Molti belli (per me) due passaggi: 1) Adesso mi scotto e vi annegò 2) camminando fra secoli di giorni

il 21/11/2019 alle 16:05

E' un bel testo, tra spazi e tempi esteriori e interiori, con chiusa alla Baudelaire...

il 21/11/2019 alle 18:53

lettura piacevole.....

il 25/12/2019 alle 13:44

Giocare con le parole rincorrere il.pensiero.Equilibrare o stare per cadere

il 23/01/2020 alle 22:25