Pubblicata il 15/11/2019
Prendo nota sulla punta delle dita
a stendere tra finestre chiuse e sottotetti
bisbigli delle stelle che giocano
sulla melodia dei ricordi
a battere tasti silenziosi.

passa e ripassa il vento
sulle soglie addormentate
elemosinando piccole perle di luci
filamenti di giorni asciutti
dietro la trasparenza dei vetri
un turrito stuolo di sogni
mi colma gli occhi fino all'orlo

...e per tetto un cielo di stelle.
  • Attualmente 3.71429/5 meriti.
3,7/5 meriti (7 voti)

Hai saputo ricostruire l'atmosfera, unica e magica, che solamente chi si avventura sui tetti e tocca il cielo con un dito può avvertire e condividere solo con i gatti.

il 16/11/2019 alle 09:37

Gatti neri e vellutati si aggirano la notte sui tetti- somigliano ai Poeti quando accendono i fanali degli occhi-a fare segnali agli innamorati :-)

il 16/11/2019 alle 19:15

probabilmente un po' scontata la chiusa, ma buon testo...

il 17/11/2019 alle 20:06

Ok :-)

il 18/11/2019 alle 06:47