Pubblicata il 30/10/2019
Dubitare di comprendersi,
eppure credervi.
dubitare d'esser compreso,
eppure scrivere.
dubitare che ne valga la pena,
eppure vivere.
dubitare che morire possa cancellar l'angoscia,
eppure tagliarsi la gola.
dubitare, di dubitare di dubitare e...

perdersi, in questo indeterminabile dubbio che l'anima fa precipitare,
che nel precipitare la prende con se,
la conforta,
e, portatogli via tutto, colmatala della sua immensità,
scompare, lasciando un assordante, infinito
niente.
  • Attualmente 2.75/5 meriti.
2,8/5 meriti (4 voti)

Bella, io l'avrei fermata a " vivere" perché in quei pochi versi c'era già racchiuso il senso di tutto il resto.

il 30/10/2019 alle 09:06

in effetti...

il 30/10/2019 alle 12:33

Bella, e mi convince il pensiero di Genziana.

il 30/10/2019 alle 15:13

Il dubbio,compagno inseparabile dei nostri pensieri ,sarà sempre presente nei nostri rapporti con gli altri, la sincerità purtroppo è una qualità che oggi non viene più coltivata.

il 31/10/2019 alle 09:11