Pubblicata il 20/10/2019
Copritelo, il cielo, stasera
con drappi di seta e farfalle
con grappoli d'uva e coriandoli
con veli di stoffa pregiata
o con rovi ridotti a sterpaglie.

Copritelo bene quel cielo
con voli di rondini inquiete
con fiori dai petali viola
così che non senta e non veda
gli anni, i giorni e le ore
della vita, bastarda, che scorre.
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (10 voti)

Dei tre aggettivi usati uno è inusuale nel cifrario dell'autrice ma è pertinente, funzionale, liberatorio. A molte persone piace bere il caffè senza aggiunta di zucchero.

il 21/10/2019 alle 11:47

Da quell'aggettivo inusuale citato da ancient, si ravvisa un certo nervosismo nei confronti del tempo che incede senza sosta...eppure è solo un progressivo maturare, imparando.

il 21/10/2019 alle 13:43

non mi piace. non mi lasci immaginare nulla, dici tutto tu

il 21/10/2019 alle 14:00

Non sempre la vita offre rose e fiori, spesso riserva amare sorprese. Mi chiedevo cosa altro, ancora, potrebbe sopportare il cielo ed in che modo si potrebbe evitare che assista alle varie scempiaggini terrene. Ravachol, proverò a riformularla in modo diverso.

il 21/10/2019 alle 14:48

Ma è bellissima... Non cambiarla

il 21/10/2019 alle 17:20

Non è necessario fare poesia ermetica. A me piace dare pane al pane...

il 21/10/2019 alle 17:20

Grazie Ginni

il 21/10/2019 alle 17:52

Grazie Ginni

il 21/10/2019 alle 17:52

quando si ha dentro qualcosa che corrode è meglio buttarlo fuori è un atto liberatorio e tu lo hai fatto egregiamente. piaciuta molto un saluto

il 24/10/2019 alle 14:52

Grazie eclisse, un saluto.

il 24/10/2019 alle 16:10

Mi piace molto così com'è.

il 27/10/2019 alle 09:23

Molto bella, il ritmo è perfetto. MI piace molto anche come hai ripreso il primo verso nella seconda strofa. Forse le virgole di troppo nell'ultimo verso, frenano la forza dell'aggettivo "bastarda"

il 27/10/2019 alle 19:05