Pubblicata il 18/10/2019
Lampi di stoffe
oltre ragione
volti assuefatti
dissimulano l’attesa
molti fumano
i suoni si dilatano
ognuno sa cosa dire
io ho amici
nella zona quieta
il cesso è un letame
e lo specchio mi annienta
tele a parete:
sono infastidito
dai toni decadenti
una coppia si apparta
del tutto assente…

lei mi sorride
ha storie del Nord
sento il respiro
dei laghi d’Olanda
cerco il sapore
come un silenzio
poi verso l’ombra
e i colori si spengono
occhi di giada
sono inghiottito
dal sibilo delle auto
palme
nebbie
e lentamente
oblio...
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (18 voti)

Bellissima lettura, grazie.

il 18/10/2019 alle 23:47

Poi verso l'ombra E i colori si spengono..merita molto

il 19/10/2019 alle 01:04

malatesta e jim, grazie per passaggio, lettura e commenti...

il 19/10/2019 alle 17:49

Piacevole testo .....un incontro dove a parlare saranno soltanto due occhi di giada....

il 19/10/2019 alle 18:18

Una festa, un locale fumoso, tutti sanno cosa dire (ma forse hanno poco da dire) la zona bagni è sporca ma li il rumore si attenua ed il protagonista riesce a parlale con alcuni amici, poi si infastidisce vedendo una copia decadente dall'aria assente.La donna gli sorride ricordandogli storie del nord dal profumo di laghi d'Olanda, poi i colori si spengono, fuori auto che sibilano, palme che frondano nella nebbia, lentamente tutto sprofonda. Ecco queste sono le nitide immagini apparse nella mia mente alla lettura di questa superba lirica di Ravachol.

il 19/10/2019 alle 19:41

oh, gabriela e aug, che onore avervi qui. grazie di cuore… aug, così appropriata che sembra ci fossi anche tu...

il 19/10/2019 alle 21:35

Una festa vissuta con tutto il suo contorno... descritta molto bene in versi...piaciuta molto, un saluto.

il 24/10/2019 alle 15:12

grazie eclisse, lusingato… un saluto...

il 25/10/2019 alle 11:38

Una descrizione esaustiva ed esauriente al contempo... crea una poesia che rispecchia appieno il nostro tempo! Grande, Rav! Un abbraccio sincero!

il 27/10/2019 alle 10:43

grazie sir, sempre obbligato… un abbraccio anche a te...

il 27/10/2019 alle 13:59

Fabri è bellissima!! Sembra una soggettiva...la cinepresa riprende le scene dei paesaggi dell’anima forse alterata dai fumi.

il 10/11/2019 alle 00:36

Non mi resta che inchinarmi.

il 10/11/2019 alle 15:15

Grazie Manu e Anna, lusingato davvero...

il 10/11/2019 alle 19:09

la festa e....finalmente l'incontro tanto atteso.... bellissima

il 25/04/2020 alle 15:30

grazie olly, lusingato...

il 25/04/2020 alle 17:05

Far parte di una situazione non sentendosi parte di essa. Questa poesia mi dà un senso di alienazione quasi.. qualcosa che conosco profondamente. Si accenna un passaggio tra la folla, le sicurezze e le parole altrui si contrappongono alla tua "zona quieta". Credo che in alcuni versi in particolare diventi pochissimo ermetico, anzi quasi infastidito dalla circostanza, pieno di rabbia. All’interno di questo quadro piuttosto caotico e inadatto al tuo spirito, si inserisce questo squarcio di luce splendido. Una fanciulla. Visione che non è sufficiente alla risalita dall’ombra, però. Permane il senso di inquietudine. Molto molto bella...

il 30/12/2020 alle 16:39