Pubblicata il 16/10/2019
La mente farfuglia
pezzi d'idee, briciole
di ricordi, paure
vaganti, elementi
ossidanti, volti
e numeri

e penso al modo
d'indorare la pillola
che sa di scelte
sbagliate, di stretti
cunicoli, di sporchi
viadotti: metterla
in bocca, un lungo
respiro...immaginare
un lieve confluire
necessario e naturale.
  • Attualmente 4.75/5 meriti.
4,8/5 meriti (4 voti)

Mia nonna diceva (in genovese): "Quante besœgna culane primma de mui" che tradotto significa "Quante cose bisogna inghiottire prima di morire". Tra queste, le più ostiche non arrivano da fuori, ma da dentro di noi. Quindi indora a volontà, come facciamo tutti, quotidianamente.

il 16/10/2019 alle 17:20

Mai sottovalutare la saggezza dei nonni...e in questo caso aveva ragione da vendere.

il 16/10/2019 alle 18:36