Pubblicata il 16/10/2019
strade che non ci sono che vanno
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
strade che non ci sono che vanno.
in troppi te le aprono davanti.

sono lunghezze
che non hanno orizzonte. Chilometri
inerpicati o scoscesi
del viaggio non più rimandabile. Distanza
evidente
mascherata da lontananza. Bitume
che non c’è
ma che asfalta. Mancano i monoliti
contachilometri
verso l’oltre.

c’è chi le misura le strade. Chi ti spinge
a partire. Ti cambia i panorami
li riprogetta. Aggiunge bivi ed incroci.

devi percorrerle fino in fondo
fino a tagliare il nastro dell’arrivo. Ma non hai
l’energia
che ti aiuti nell'abbrivo.

(guga
2016 gennaio)
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)

molto profonda… sembra affiorare simbolicamente tutta l'impotenza e l'irrimediabilità della condizione umana… inquietante quel "bitume che non c’è ma che asfalta"...

il 16/10/2019 alle 10:28

Mi associo molto bella e profonda ,lo scorrere di una condizione poco umana e molto disumana che ci spianano anche senza asfaltare

il 16/10/2019 alle 10:46

Molto coinvolgente. Un percorso obbligato, tracciato da forze a noi estranee che ci impone le sue scelte e non lascia spazio alle nostre. Ma esserne consapevoli e già come aver buttato via il Tom-Tom.

il 16/10/2019 alle 12:49

@Ravachol @gpaolacci @Eriot: Grazie per l'attenzione che mi avete riservato e per i lusinghieri commenti!

il 16/10/2019 alle 19:21