Pubblicata il 13/10/2019
Poche corde
lasciate andare
nei vicoli inumiditi
da vite spezzate
suonano le arpe
dai latifondi
riecheggiano viole
mentre le fisarmoniche
armonizzano incessanti
malinconici motivetti
guanti strappati
le dita sui tasti
tutto intorno
nessuno che si sofferma
nell'aria
solo ciò che resta
del giorno
una squallida
indifferenza
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

frasi che condiviso, apprezzate!!!...

il 13/10/2019 alle 09:14

Abbiamo scritto una poesia oggi con lo stesso titolo..... Telepatia....??????!!!!

il 13/10/2019 alle 19:34

Piacevole come quella letta poco fa scritta da GINNI.....

il 13/10/2019 alle 21:19