Pubblicata il 10/10/2019
Bello vedere come l'amore pervade unisce e sostiene ogni cosa. Ancor più crudele assistere all'atto finale dello spettacolo che l'amore pone in essere: allorquando dalla disunione con cio' che si ama e dall'unione con quanto non si ama si ottiene dolore, e allorquando cala il sipario su tutte quante le illusione, ed il solo finale auspicabile è la tragedia, quando sia il corpo sia il respiro che lo animava svaniscono catturati nel respiro più grande del tiranno che soggiace alla creazione e all'amore che ne è colla e fermento.
amore, cemento di tutto quanto siamo e pensiamo, catena e grave che ci trattiene nelle tenebre dell'ignoranza, ormai tanto familiari da chiamare casa e farne propria dimora per l'incapacitá della mente e dell'occhio di scorgere la vera luce dietro l'abbaglio accecante degli incanti di questo mondo e delle sue seduzioni che ingannevolmente denominiamo amore.
  • Attualmente 4.8/5 meriti.
4,8/5 meriti (5 voti)

Profondo testo su cui vale soffermarsi e meditare su ciò che con parole appropriate metti in evidenza....Brava.

il 10/10/2019 alle 14:15

bè, davvero notevole e stimolante la tua affermazione, potrebbe l'amore essere semplicemente nostalgia per l'unione originaria delle cose? Quando il famigerato "big-bang"ancora non era? E la natura dei sensi intelligenza e memoria? E il dolore per la fine dell'amore dilaniamento tra la forza centrifuga della natura e la forza centripeta delle anime?....saluti

il 10/10/2019 alle 15:04

Bel testo, ricco di concetti da esaminare singolarmente.

il 10/10/2019 alle 16:22

bellissimo, peccato che l'amore non esista...

il 10/10/2019 alle 18:33

C’è, credo sia esattamente oltre gli incanti di questo mondo, come bene asserisci, ma ci vogliono strumenti mentali semplici per percepirlo, come quelli di un bimbo, presumo. L’amore così esiste e credo sia il cardine dell’universo intero. Ciao Adon.

il 11/10/2019 alle 21:08