Pubblicata il 08/10/2019
T han chiamato maledetta
non piu simbolo d'amore
divenuta quasi orrore
e presagio di disdetta.

non volevo confermare
innamorata della amore
sognante con fervore
che tal potesse capitare.

conobbi perfezione
in un tempo assai lontano
ricordo la sua mano
io sguardo senza finzione.

di musica parlava
l intera sua esistenza
di profumata essenza
già il cuore palpitava.

ma non son più capace
d andare oltre quel muro
silenzi e di sicuro
la verità che tace.

non sappiamo dare un nome
al falso che indossiamo
ho perso la tua mano
non so dirti neanche come.

ricordo il tuo bel viso
sfidavi anche il sole
brillavan le parole
l amore era deciso.

era la primavera
che colorava il cuore
che ora piano muore
pensando a ciò che era.

siam forse noi in balia
di mutevole stagione
che inquina la ragione
e il cuore di follia?

ed ecco arriva il gelo
non parlo sai del vento
ma del freddo sentimento
che c ricopre come un velo.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

brava piaciuta molto :-)

il 08/10/2019 alle 18:55

Grazie cangio un caro saluto.

il 08/10/2019 alle 20:41

spesso la primavera diventa una falsa stagione specialmente in amore...ecco perché la chiamarono maledetta primavera...molto bella un saluto

il 09/10/2019 alle 18:48

Grazie eclisse:)

il 09/10/2019 alle 22:36