Pubblicata il 07/10/2019
to fanya for angela
===============

con trentamila dita nella gola
la strada vomitò il fecaloma

con rinnovati abiti ricevette
sulla lingua la particola Fanya

arroventato il tramonto
piroettò su se stesso e precipitò
nell'imbuto rosso dell'urlo

rantolando
il corpo avvizzito offrì la notte
alle cure rabbiose dei canti e gli slogans

(guga 1970
da: errori giovanili, 1959 / 1975)

n.d.A.: Scritta in onore di Angela Davis, sorella di Fanya che per denunciare a tutto il mondo la detenzione per motivi politici della sorella, combattente nera per la libertà e i diritti delle minoranze, in quel periodo portava la sua testimonianza in tutte le capitali del mondo. A Roma l'accolsero in 30.000: fra questi l'autore di questi versi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Testo toccante che invita alla meditazione.....bravo.

il 07/10/2019 alle 06:50