Pubblicata il 05/10/2019
Altrove

Oggi mi sento altrove.
Fuori dal mondo,
dalla mia casa,
dalla vita quotidiana.
Altrove.
Sospeso tra le nuvole,
come quando bambino
credevo che sarei stato cullato,
coccolato per tutta la vita.
quando trascorrevo felice
ore e giorni
in semplici giochi di fantasia.
O quando correvo dagli amici più fidati
a raccontarci, a prometterci,
a progettare, a fantasticare.
Oggi, che tutto è cambiato,
tutto è finito,
io sono qui, altrove.
Fuori dal mondo, fuori da me.
  • Attualmente 3.25/5 meriti.
3,3/5 meriti (4 voti)

L'infanzia è quel piccolo mondo felice in memoria, ove dimora la speranza che vive e progetta ed è proprio questa certezza che poi ci portiamo dentro per tutta la vita a colmare quei vuoti di disperazione che il vivere spesso ci costringe ad esperire. La speranza, la consapevolezza che tutto possa essere ci viene in soccorso a svelarci che forse non è la vita ad essere cambiata, ma noi, il nostro sguardo su di essa! Serena giornata a lei!

il 05/10/2019 alle 12:53

grazie Rosi, ricambio i buoni auspici.

il 05/10/2019 alle 17:44