Pubblicata il 25/09/2019
Sento tutto il freddo degli alberi
spogliati con lentezza dall’autunno.
con il grigio di questa giornata
lascerei al fumo del latte caldo
e miele mal di gola e raffreddore.
l’influenza mi fa riflettere sulle
volte che ci accontentiamo di sentire
il cuore battere tranquillo nel petto
invece di avercelo in gola, dove lei
mi sfiora prima di andare… perché
è lì che si fermano le mie tristezze.
disteso a testa in giù il fogliame
nell’aiola risale piano sui rami mentre
accompagna mia moglie al lavoro.
prima d’uscire mi ha baciato la fronte
per sentire se ho la febbre, seguito
con il dito gli anelli scuri intorno
agli occhi e ha sorriso “Sono solo
i sogni che non abbiamo potuto fare”.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)